Con il programma di innovazione Planzer Werkbank incentiviamo idee interne ed esterne al fine di apportare piccoli miglioramenti nella quotidianità o per avviare innovazioni pionieristiche.

Dove si nasconde il problema?

Quando un’idea è buona, quando è entusiasmante e quando è addirittura pionieristica? Riconoscere queste sfumature è uno dei compiti più difficili per le aziende che vogliono stare al passo con i tempi o, ancora meglio, che puntano a precorrerli. Per noi il futuro non è per nulla lontano, anzi: è distante solo una generazione, che è in sostanza l’unità di tempo più breve su cui un’azienda familiare come la nostra può fare affidamento per pianificare i cambiamenti.

E il futuro ha in serbo alcune sfide per noi: il cambiamento climatico, la globalizzazione delle catene di approvvigionamento, il crescente individualismo, nuovi attori di mercato con modelli di business rivoluzionari, la trasformazione digitale e il commercio elettronico, tecnologie sempre più convenienti, dati disponibili e dimensioni di acquisto collegate fra loro. Partendo da questo scenario, nel 2021 Planzer ha dato vita al programma di innovazione Werkbank.

.

Spazio alle idee

Con Planzer Werkbank cerchiamo di affrontare, con un approccio innovativo e coraggioso, i nostri problemi attuali o quelli che potrebbero presentarsi in futuro. In Werkbank valorizziamo le nuove idee, trattandole come materiale prezioso. Le idee ci arrivano dalle nostre collaboratrici e dai nostri collaboratori, dai clienti e professionisti esterni oltre che da istituzioni scientifiche o accademiche. A volte è addirittura il mercato stesso a fornirci nuovi spunti.

Qualsiasi collaboratore o collaboratrice del gruppo Planzer può inserire le proprie idee sull’app Werkbank Team oppure parlarne con il team a Dietikon nella sala Werkbank, uno spazio di scambio aperto una volta a settimana. La sala è dotata di un banco di lavoro tradizionale, di una lavagna per appunti e disegni, di una macchinetta del caffè e moltissimo materiale di lavoro. Sono presenti inoltre due responsabili, specializzate/i nel lavoro con le persone e con le idee.

Acceleratore di idee

Con il progetto Werkbank vogliamo velocizzare il processo di innovazione. Questo perché i tempi attuali sono caratterizzati da una dinamicità e volatilità tali che saremo in grado di affrontare solo restando snelli e agili. Tuttavia, il processo alla base di Werkbank non è paragonabile a un percorso a ostacoli, ma piuttosto a una pista sgombra e ben preparata, perché per muoversi in velocità c’è bisogno di guardrail e di una direzione precisa, altrimenti si rischia di uscire di strada.

Il processo come guida

Una volta che l’idea raggiunge la Werkbank, viene esaminata dai nostri due elaboratori di idee, Björn Lindner e Miguel Aires, che si occupano di arricchirla di dettagli e di preparala per una prima discussione nel team molto variegato. Qualora il team dia il benestare, si procede alla creazione di un prototipo: ad esempio una bozza di processo, un mockup o il progetto preliminare di una landinpage. Ora tocca alle responsabili e ai responsabili delle operazioni approvare l’idea: una decisione che a volte si rivela difficile, perché non tutti i prototipi superano il casting.

In caso di esito positivo, il team di Werkbank dà il via a un progetto pilota, ad esempio in collaborazione con dipendenti, clienti o partner commerciali selezionati. Nel fare ciò impieghiamo i software più moderni e le tecnologie più innovative, che ci consentono di realizzare l’idea per la prima volta e di verificare se la soluzione elaborata si addica a noi e ai nostri clienti, oltre a stimare le probabilità di riuscita del progetto. Il team Werkbank riunisce i risultati in un report e lo presenta alla direzione corredato di una raccomandazione. Se dai piani alti arriva l’OK, allora l’idea viene inserita nel normale processo di sviluppo.

A noi piacciono i problemi

A volte sono le piccole cose, nella loro semplicità, a dare grandi risultati facilitando enormemente il lavoro quotidiano. Oggi, ad esempio, le nostre collaboratrici e i nostri collaboratori possono pagare al ristorante Plazito tramite Twint. L’idea è partita da un collaboratore e l’abbiamo messa in pratica in modo rapido e semplice. La Werkbank non punta a scoprire l’uovo di Colombo: le idee si nascondono ovunque e chiunque può svilupparle. La validità o addirittura il carattere innovativo di tali idee emergerà solo dopo un determinato periodo di tempo. Nel frattempo è fondamentale analizzare attentamente il problema e non pensare troppo presto a mettere in atto possibili soluzioni, perché più si conosce a fondo il problema, migliore sarà la soluzione. Per fare questo ricorriamo, fra le altre cose, al metodo del design thinking (vedi sotto).

«Per creare qualcosa di innovativo servono persone con idee e lo spazio per svilupparle. In Planzer abbiamo entrambi.»

Plug’n eccoci qui

L’e-commerce è di moda, ancor più dopo la pandemia. Ma fino a poco tempo fa avere uno shop online era costoso, le commissioni per i marketplace altissime e le restrizioni numerose. Oggi chiunque può avviare il proprio negozio online. Ed è qui che entra in gioco l’idea di Werkbank con il «Plug & Planzer Pacchi». Questo plugin gratuito coniuga gli aspetti logistici di un online shop con i vantaggi di Planzer Pacchi. Ciò significa che «Plug & Planzer Pacchi» può essere integrato facilmente nel sistema CMS del proprio online shop. Non è più necessario inserire manualmente i dati riguardanti la spedizione, le etichette dei pacchi vengono stampate automaticamente e Planzer Pacchi ritira i pacchi dal fornitore su appuntamento e li consegna il giorno successivo.

L’idea di «Plug & Planzer Pacchi» non è nostra, ma insieme al nostro Team di vendita, al team EDI e grazie al sostegno di un’agenzia digitale, abbiamo elaborato il concetto, cercato (e trovato) clienti di prova, sviluppato un prototipo, avviato un progetto pilota e a dicembre 2021 abbiamo lanciato il primo plugin Planzer Pacchi per Woocommerce.


La guida come esperienza

L’idea di migliorare l’esperienza di guida dei camionisti ci è arrivata tramite l’app Werkbank. Questa idea nasce dalla necessità di ascoltare più attentamente le dipendenti e i dipendenti di Planzer Pacchi, di rendere visibili i loro riscontri riguardanti i giri di consegna, di sostenerli nel loro impegnativo lavoro e, infine, di non dimenticare il giusto equilibrio tra lavoro e vita personale. Dal processo Werkbank è nata una catena dell’esperienza di guida per camionisti e camioniste. Questa serve come base per sviluppare nuove idee: ad esempio lavoriamo per dare ai camionisti e alle camioniste una garanzia di orario di fine giornata, se non tutti i giorni, almeno in modo regolare. O ancora puntiamo a sviluppare un nuovo concetto di ristorazione, integrando automaticamente le valutazioni di camionisti e camioniste circa la situazione in loco nella pianificazione dei tour successivi.


Autonomo in movimento

Consegna dei pacchi senza conducente: un’idea futuristica? Per nulla. La parola chiave è: logistica urbana sostenibile. A tale scopo abbiamo avviato una cooperazione con Udelv. La start-up si è specializzata in furgoni privi di conducente per la consegna alla porta di casa o alla casella postale. I veicoli elettrici sono perfetti per i centri cittadini interessati da un elevato tasso di inquinamento e di emissioni. Sono maggiormente a prova di errore e pertanto più economici rispetto ai servizi guidati da conducente, consentendo pertanto un orario di consegna più ampio. Per i destinatari dei pacchi questo significa pagare meno e ottenere la merce più rapidamente. Il nostro team Werkbank ha valutato l’idea di Udelv, per poi prenotare cinque veicoli elettrici autonomi nell’estate 2021. Presto i mezzi saranno impiegati nelle grandi città svizzere su corridoi navetta predefiniti. A lungo termine, con i furgoni Udelv miriamo a risparmiare ai nostri autisti e autiste lo stress causato dalla guida in città e impiegare invece il loro lavoro nelle zone rurali. Questo significa che anche qui potremo servire i nostri clienti con puntualità e con il sorriso.


«Le idee sono una materia preziosa che ci aiuta a trovare soluzioni e a plasmare il futuro insieme ai nostri e alle nostre dipendenti.»

Design Thinking

Una breve definizione

Questo metodo si chiama design thinking e serve a comprendere i problemi e a sviluppare idee innovative. In primo piano ci sono le persone e le loro necessità. Il processo passa attraverso i seguenti stadi: comprensione, osservazione, definizione, ricerca delle idee, prototipazione e test. Il design thinking funziona al meglio quando tutte le parti coinvolte contribuiscono in modo aperto e creativo mettendo a disposizione le proprie capacità ed esperienze.

Temi ben ordinati

Per mantenere una visione d’insieme delle idee presentate, abbiamo definito cinque campi tematici in cui classificarle:

  • Logistica sostenibile
  • Futuro del lavoro nella logistica
  • Trasporto autonomo
  • Automazioni e robotica
  • Uso dei dati e intelligenza artificiale

Il futuro del lavoro ci sta particolarmente a cuore. In questo ambito cerchiamo di dare riposte alle seguenti domande:

  • Di cosa abbiamo bisogno affinché il lavoro sia per noi un’attività gradevole e per poter dare il meglio?
  • Quali strumenti e nuove tecnologie possiamo usare a nostro sostegno?
  • E come possiamo anche in futuro porre le persone che lavorano con noi e per noi al centro della nostra filosofia?

Pensare a dopodomani

Con Planzer Werkbank, rimaniamo al passo con il futuro riprendendo e sviluppando ulteriormente argomenti che lo plasmeranno. Qui possiamo espandere i nostri orizzonti, provare nuove idee e scartarle. In tal modo diamo vita a una dinamica che non saremmo in grado di creare nella quotidianità e che rafforza la nostra forza innovativa. Infine, trasformiamo le nostre e i nostri dipendenti in imprenditori di valore che coinvolgiamo nel futuro della nostra azienda.

Nuova piattaforma per il cliente finale
da «Planzer Pacchi»

I mittenti godono di una maggiore flessibilità nella pianificazione: la merce che ritiriamo oggi arriva a destinazione domani, e con il nostro servizio pacchi i destinatari possono perfino modificare l’indirizzo di consegna.

A cosa serve realmente l’innovazione?

«L’innovazione non è una garanzia contro il fallimento, ma senza innovazione il fallimento è garantito.»© Stefan R. Munz (*1961), sviluppatore di prodotti e organizzazione

Di concerto con l’IML abbiamo sviluppato un algoritmo di autoapprendimento e lo abbiamo alimentato con fattori di influenza, criteri e priorità. Questo comprende incarichi con data di ritiro e consegna entro la giornata, numero di autisti e autiste disponibili, distanze, tempi di fermata e molto altro. Sulla base di questi dati il nostro algoritmo inizia a effettuare i calcoli la notte prima della data di consegna e crea i tragitti più oculati. Devono essere riprogrammati gli ordini non consegnati, tenendo conto delle fasce orarie richieste per la consegna e, cosa più importante, facendo in modo di percorrere il minor numero di chilometri possibile.

+41 (0) 44 / 744 64 64 Vai al modulo di contatto Vai al portale clienti Sedi Jobs Shop online